Tu conosci bene il dolore

Lo hai guardato in faccia, lo hai sfidato, hai ingaggiato contro di lui una lotta che ti ha visto triste, avvilita e disillusa, arrabbiata e addirittura furiosa. Una guerra che ti ha trasformata, svuotata, depressa, abbattuta, indebolita, spesso scoraggiata.

Ti ha fatto tremare, trasalire, impallidire.

Tu il tuo dolore lo conosci bene.

È fatto di sogni infranti, di vita sbiadita, sfocata, sospesa, interrotta, spezzata.  Di improvvise deviazioni, di inattese direzioni, di impreviste solitudini, di respiri impediti, di profondi abissi, di baratri oscuri. Di perfidi tradimenti, di impensate meschinità, di sorprendenti abbandoni.

Ha fatto di tutto per metterti all’angolo, per disarmarti, per toglierti ogni via d’uscita, per lasciarti intendere che il tempo era scaduto, che non meritavi una speranza.

Lo hai avuto sempre accanto, invisibile ma presente, persecutore, oppressore, persistente.

Talmente durevole ed ininterrotto che hai dovuto fartelo amico, per non permettergli di spegnerti il sorriso.

Sai che non c’è niente di bello in lui, che non lo avresti mai scelto se avessi avuto anche solo una possibilità; sai che quella che rende migliori è solo una squallida ed inutile bugia, inventata da chi il dolore lo ha sfiorato appena ma non ne è stato attraversato.

Non ti consideri certo speciale: sei semplicemente una donna che ha dovuto e voluto sopravvivere, che ha scelto di esserci finché ci sarà vita, col cuore stropicciato e le piaghe nell’anima.

Ferita ma non ancora sconfitta.

Tu il dolore lo conosci bene. Troppo.

dolore

2 commenti su “Tu conosci bene il dolore”

Lascia un tuo pensiero!