La regola dello stronzo.

Mi pare fosse una battuta di un film: “Se c’è uno stronzo nell’arco di chilometri, io lo trovo e gli dico: <<masticami e sputami!>>”

Molte donne subiscono il fascino del bello e dannato, di quello che si vede lontano un miglio che non potrà mai darti la felicità, di quello che ti farà soffrire.

E tu, nonostante i segni ci siano tutti, rifiuti l’evidenza e ti ci lanci dentro, a quella storia con la parola “Fine” scritta fin dall’inizio.

In realtà si può pure essere ingannati da un atteggiamento quasi dimesso da parte dell’uomo, ma solo al principio e solo per pochissimo tempo. Un giorno o due, al massimo.

Poi lui comincia a mostrare i sintomi della sua stronzaggine. Non ti cerca, non ti chiama, ha sempre qualcosa di importante da fare se gli chiedi di incontrarlo, si fa desiderare manco fosse James Dean. E più lui fa così, più tu, donna con la sindrome della missionaria, gli fornisci alibi, giustificazioni, e più ti innamori, ti sottometti, cominci a “inzerbinarti”, nella convinzione (e il problema è che ci credi davvero) che tu sarai in grado di cambiarlo.

E invece no. Gli uomini non cambiano. E gli stronzi meno degli altri. Loro sono soddisfatti di mostrarsi imbattibili, invincibili, irraggiungibili, inafferrabili, indomabili. Vantano donne ed esperienze a iosa, il che li rende anche più appetibili, e ti fanno intendere che non sei certo la loro unica o ultima chance. E questo ti mette una agitazione addosso che conquistare (figuriamoci poi addirittura farlo innamorare) uno del genere diventa una sfida alla quale non puoi rinunciare, anche se non sei sicura di essere all’altezza di una impresa così ardua. Ma questo rende l’avventura anche più intrigante ed interessante.

Tanto che ti scordi del rischio che puoi rimanerci ferita, fregata, scottata, lacerata. A volte proprio squarciata.

Perché lui non cambierà.

Se ha l’abitudine alla menzogna, mentirà sempre e su tutto quello che riterrà opportuno, che sia una sciocchezza o qualcosa di importante. E non servirà a nulla fargli i sermoni su quanto è bella la sincerità, su quanto tu sia onesta con lui, dimostrargli che si capisce bene quando mente perché non guarda negli occhi o perché alza il sopracciglio destro. Lui continuerà a mentire, perchè è uno stronzo.

Se è portato a pensare solo a se stesso, continuerà a farlo inesorabilmente, sia che si tratti del programma da guardare in tv, sia che si tratti di prendere decisioni importanti per entrambi: il suo benessere verrà sempre prima del tuo. Perchè è uno stronzo.

Se gli piace andarsene in giro la sera, con la scusa del calcetto o per la birretta con gli amici, non riuscirai a farlo smettere, magari facendoti trovare afflitta e sconsolata, avvolta in un plaid, infreddolita sul divano perché, proverai anche questa, hai paura ad andare a letto da sola. Lui continuerà ad uscire e a fare quel che gli piace di più, senza preoccuparsi troppo di te. Perché è un stronzo.

Se un uomo ha l’abitudine di tradire, non lo farà solo una volta e poi, siccome è stato scoperto e si mostra pentito, magari ricominciando un corteggiamento che non vedevi dai primi giorni in cui vi siete conosciuti, smetterà. Non è mai solo una “sbandata”, uno scivolone, una tentazione a cui non ha saputo resistere: diventerà un vizio. E non varranno le tue lacrime, non servirà riversargli addosso tutto il tuo dolore, tentare la carta del vittimismo. Lo rifarà ancora, magari cercando di stare un po’ più attento, cosa che, per altro, agli uomini riesce anche male.

E tu, tu non potrai neanche protestare più di tanto, perché lui non te lo hai mai nascosto di essere uno stronzo.

Allora puoi scegliere se rimanere a soffrire senza via di scampo o mollare tutto e lasciare spazio alla prossima. Tanto l’uomo stronzo la trova sempre, la prossima.

Nella speranza, ci spera chiunque abbia avuto a che fare con uno così, che per una volta becchi una donna più stronza di lui, tanto stronza che lo disorienti e, togliendogli ogni certezza, lo faccia capitolare e gli renda tutto quello che lui ha fatto a te.

Intanto tu, donna, scappa, scappa lontano e va a cercare l’uomo giusto per te.

Il bravo ragazzo: forse meno intrigante, forse meno stuzzicante, ma altrettanto interessante e coinvolgente. E soprattutto capace di amarti senza ferirti. Vedrai che c’è. Magari neanche tanto lontano da te.

In bocca al lupo, donna….

stronzo

6 commenti su “La regola dello stronzo.”

  1. Lascia perdere, donna, non cercare il bravo ragazzo, tieniti lo stronzo, con lui la vita è molto più movimentata ed eccitante. I bravi ragazzi, quei pochi che sono rimasti, sono noiosi e monotoni, danno troppe certezze e tu, donna, non hai bisogno di certezze.
    E poi, diciamocelo chiaramente, con un bravo ragazzo la stronza diventi tu…

  2. Io sto soffrendo per amore a causa di uno stronzo…..Che se n’è andato senza dare un motivo o una spiegazione dopo 12 anni.. E dico.. Scappa Donna scappa anche dai ricordi anche se è doloroso ma scappa…. Augurato invece ogni giorno di incontrare un uomo che ti rispetti e che ti ami.
    Grazie Marisa per questo post

Lascia un tuo pensiero!