P

Daniela Palumbo

A un passo dalle stelle.

 

DAL RISVOLTO DI COPERTINA:

-Una coppia con due figli, Giacomo quindici anni e Matteo, sedici. La famiglia di Giorgia, che è stata adottata e ha cominciato a chiedere di conoscere i genitori di origine. Poi Viola, a cui il padre ha promesso che la raggiungerà. E infine Leonardo, che deve riallacciare i rapporti col figlio Gus. Tra loro non si conoscono, ma in comune hanno il proposito di percorrere a piedi un breve tratto della via Francigena, da Lucca a Roma. [..] Una sera Giorgia trova una lettera in un libro. Chi può averla messa proprio lì? A scrivere è un ragazzo, dice di chiamarsi Alessio…-

Ho comprato questo libro per ragazzi per mia nipote. L’ho aperto per dargli un’occhiata e alla fine l’ho letto tutto. Pur essendo un libro per adolescenti, con la semplicità di un linguaggio adatto ai più giovani, esso contiene temi importanti: il disagio familiare, le inquietudini adolescenziali, l’importanza di intrattenere rapporti con gli altri, limitando al minimo l’uso di cellulari e social network, la meraviglia della natura, la riscoperta o , nel caso dei più giovani, la scoperta dei valori della vita. Sullo sfondo di una originale vacanza sgradita alla maggior parte dei ragazzi, nascono amicizie, amori, si consolidano rapporti familiari e si snoda l’avventura il cui filo conduttore sono le lettere che Alessio ha lasciato a Giorgia, come in una caccia al tesoro. Pur aver superato abbondantemente l’età dell’adolescenza, è stata anche per me una lettura molto gradevole. Adesso non vedo l’ora di consegnarlo fra le mani della mia piccola!

CITAZIONI

  • Io i miei sogni cerco di non farli ammuffire.
  • Il bello è nel mezzo, è nell’andare. E’ lì che non sai cosa sarà di te.
  • Finché avrò vita, partirò con la casa nello zaino.
  • Ti sei accorta quanto è difficile ascoltarsi? Ascoltarsi per davvero?
  • Noi siamo responsabili del mondo che viviamo.
  • La storia mi appassiona perchè nel passato ci leggo anche il domani.
  • Ognuno di noi trova la sua, di poesia nel cammino.
  • Fermati, pellegrino! Qui si scambiano doni speciali: libri.
  • Scambia un libro in cammino, vale come un sorriso.
  • Ognuno la cerca come può, perchè la bellezza è in ogni luogo se è dentro di noi.
  • Non ci voglio tornare più in certi posti, fra certe persone, non ci voglio più andare di notte a tagliare la strada al destino.
  • E’ la mia rivoluzione: aspettare l’ignoto.
  • Sappiamo tutto. E quando non sappiamo, abbiamo paura. L’imprevisto è l’ignoto che fa paura al mondo.
  • Se non ci si esprime mai, poi si dimentica come si fa.
  • C’è un cammino che non farai se non lo vai a cercare.
  • In certi momenti vorrei scappare. Ma ovunque io vada è con me che resto.

Lascia un tuo pensiero!